Menta

Descrizione: il genere Mentha è uno dei più complessi del Regno Vegetale in quanto con facilità le varie specie si ibridano spontaneamente tra loro. Sono piante perenni con ceppo stolonifero. Hanno foglie larghe, più o meno dentellate e numerosi fiori rosa piccoli, in verticilli. Hanno un odore caratteristico e un sapore rinfrescante. Si possono suddividere in due gruppi: le "mente a spiga", che hanno fusto eretto, foglie sessili, fiori a spiga con verticilli terminali senza foglie (appartengono a questo gruppo le specie Mentha rotundifolia, M. viridis, M. crispata e M. longifolia); le "mente nane", che hanno fusto prostrato o ascendente, foglie picciolate, fiori in verticilli disposti a ripiani all’ascella delle foglie (appartengono a questo gruppo le specie Mentha pulegium, M. arvensis e M. aquatica).

Habitat: prediligono luoghi umidi. In generale, quelle appartenenti al gruppo mente a spiga si trovano dal livello del mare fino ai 1800 m s.l.m.; quelle appartenenti al gruppo mente nane sono diffuse dalle pianure ai 1000 m s.l.m.. 

Proprietà: tutte le specie di menta hanno praticamente le stesse proprietà medicinali, dovute soprattutto a un alcol estratto dall’essenza di menta, il mentolo. Il mentolo è un ottimo stimolante per lo stomaco, un antisettico e un analgesico. Non va usato in forti dosi in quanto agisce sul sistema nervoso e sulla rachide. Per uso interno, come tisana o sciroppo, la menta stimola la secrezione gastrica, biliare e i processi digestivi, blocca le fermentazioni intestinali, attenua spasmi e dolori colici, seda nausea e vomito. Ha un buon potere antimicrobico, che può essere sfruttato sia per uso esterno che interno. Per uso esterno è inoltre antinevralgica, leggermente analgesica, antipruriginosa sulla cute e sulle mucose, poiché esercita un’azione rinfrescante sulle terminazioni nervose superficiali, dando sollievo. Si può usare come antisettico delle vie aeree per purificarle e decongestionarle in caso di sinusiti. In cosmesi gli infusi di menta hanno una funzione tonica, leggermente astringente e rinfrescante sulle pelli irritabili e grasse. Bagni decongestionanti e rinfrescanti si ottengono con una o due manciate di foglie infuse nell’acqua. 

Usi in cucina: si utilizzano le foglie fresche o, se non disponibili, quelle essiccate. Per il suo gusto e profumo rinfrescante viene tritata sui cibi, anche per favorirne la digestione. Si usa così su formaggi caprini, carni di maiale e agnello, verdure grigliate (ottima sulle zucchine), insalate di riso o di farro, etc. Per gli stessi usi si può preparare anche una salsa di menta con aceto e zucchero, che è inoltre facilmente conservabile. Con le foglie fresche si può preparare per infusione una tisana simile al thè o uno sciroppo dissetante da diluire in acqua, adatti entrambi ai bambini. Le foglie si possono passare nella pastella per fare delle frittelle, come con la salvia. Per il suo aroma è anche impiegata in pasticceria, per la preparazione di torte, pasticcini, confetture e macedonie di frutta. 

In cucina con il nostro prodotto: Abbiamo utilizzato la menta per preparare lo Sciroppo concentrato alla Menta selvatica.

In cucina con la pianta fresca:

Salsa di Menta selvaticaCogliere le foglie di menta, lavarle in acqua corrente, scolarle bene, appoggiarle su un canovaccio e lasciarle asciugare all’aria. Tritare poi le foglioline con lo zucchero di canna (50 gr di zucchero per 150 gr di foglie) e versarle in una terrina. Far bollire l’aceto di mele o di vino bianco in quantità sufficiente a ricoprire la menta, lasciarlo raffreddare e versarlo nella terrina, mescolando aceto e menta. Invasare, chiudere i vasi e farli pastorizzare per 30 minuti in acqua bollente. Si accompagna molto bene con carni alla griglia, verdure grigliate, pesce e formaggi.

Dolcetti alla MentaSbollentare le scorze (private della parte bianca) di 2 arance non trattate, scolarle, tritarle e stenderle in un piatto. Cospargerle poi di zucchero (quanto basta) e lasciarle riposare per 15 minuti. Tagliare finemente 2 manciate abbondanti di foglie di menta e unirla alle bucce. Impastare 350 gr di farina con 1 bustina dilievito, 3 uova, 4 cucchiai di burro, 1 bicchiere di latte, 200 gr di zucchero di canna biologico e un pizzico di sale. Aggiungere poi il trito di menta e arance, mescolare e disporre il composto in stampini imburrati e infarinati. Mettere in forno a 180°C per 15-20 minuti.

Società Agricola

la Giustrela

via dell’artigianato s.n.c.
43010 Monchio delle Corti (PR)
P.I.02482860349